Poster Print Wall Art butterfly (Danaus plexippus) on pot Monarch entitled drlgcb2851-Prodotti per la casa

Poster Print Wall Art entitled Monarch butterfly (Danaus plexippus) on pot

 

Qualche anno dopo, nel 2015, un po’ per caso, nasce l’idea di provare ad organizzare eventi in contemporanea per celebrarePoster Print Wall Art entitled Bukowski Born Into This (2003) il 28 aprile, Giornata Mondiale della Salute e Sicurezza sul lavoro. Tra il 27 ed il 29 aprile 2015 si svolgono 9 eventi gratuiti con il logo ITALIA LOVES SICUREZZA in tre città: Torino, Milano e Piacenza, coinvolgendo circa1.500 persone.

Ma l’appetito vien mangiando, si sa, e lo stesso anno, alla Fiera Ambiente Lavoro di Bologna Davide Scotti, Segretario Generale della Fondazione LHS propone una sfida: organizzare 28 eventi in 28 città per il prossimo Poster Print Wall Art entitled The Sentries28 aprile, eventi che parlino di salute e sicurezza in modi non convenzionali, utilizzando gli strumenti messi a disposizione, o inventandone di nuovi. Chi ci sta a diventare Ambasciatore della Salute e Sicurezza? Rispondono in 100!

A febbraio 2016, perPoster Print Wall Art entitled Flags of United Kingdom and United States of la prima volta, viene organizzato un evento di Warm Up, un brainstorming collettivo, un momento di discussione e confronto fra gli Ambassadors che preparano i loro eventi, e attorno al 28 aprile 2016, effettivamente si svolgono 100 eventi gratuiti targati ITALIA LOVES SICUREZZA in tutta Italia. Ci sono eventi aziendali, convegni, ma anche eventi negli asili e nelle scuole, spettacoli teatrali, flash mob nelle piazze, libri per bambini, canzoni. Vale tutto.

Gli Ambassadors si rivedono a giugno, in un After Show event, per celebrare e confrontare le esperienze vissute.

Ad ottobre dello stesso anno si decide di organizzare un grande evento aperto al pubblico, che possa richiamare e coinvolgere nuovi Ambassadors. Il primo Safety Leadership Event si svolge a Bologna, partecipano 400 Poster Print Wall Art entitled Lot After Lotpersone, e lì viene lanciata la sfida per il 2017: organizzare 300 eventi!

Nuovi Ambassadors sono saliti a bordo e nuovi strumenti sono stati messi a disposizione: brani musicali, libri, video, un blog di racconti,Poster Print Wall Art entitled The Sydney Split, 1995 un nuovo film ed un nuovo spettacolo teatrale, il “Virus che ti salva la vita”.

Il risultato è straordinario: a Firenze viene illuminato Ponte Vecchio col logo di ITALIA LOVES SICUREZZA, a Ferrara si abbraccia la gente per strada, ad Ancona 1400 persone assistono in teatro allo spettacolo “Giorni Rubati”. Eventi grandi e piccoli, linguaggi non convenzionali, è il marchio di fabbrica.

Warm Up, After Show, Safety Leadership Event sono diventati format consolidati, funzionano ed aiutano Poster Print Wall Art entitled Ritualsa generare nuove idee e tenere insieme il movimento. Qual’ è la sfida per il 2018? Con poco meno di 600 eventi si raggiungerebbe un totale cumulato di 1000 eventi nel triennio.

Obiettivo raggiunto e superato: gli eventi gratuiti di ITALIA LOVES SICUREZZA 2018 saranno ben 700, e coinvolgeranno 250.000 persone!

Nel frattempo, un nuovo strumento è stato messo a punto: i Safety Talks, brevi speech sul tema della sicurezza, scritti dagli Ambassador stessi, molti dei quali raccolti in un libro.

A dicembre 2018, terzo ed ultimo Safety Leadership Event nel prestigioso Teatro Brancaccio di Roma, alla presenza di 1100 Ambassadors provenienti da tutta Italia. Ultimo perché il movimento è cresciuto così tanto da rendere ormai indispensabile un’organizzazione su base territoriale.

NasconoPoster Print Wall Art entitled The bianca Ball, 1903 così gli HUB di ITALIA LOVES SICUREZZA, gruppi di Ambassadors organizzati a livello locale e guidati da uno o più Ambassador particolarmente coinvolti. Ad oggi ci sono Hub ad Ancona, Monza, Firenze, Imola & Bologna, Roma, Taranto, Genova, Torino, Ginosa-Matera, Pescara, Molise ed altri ancora sono in gestazione.

Quali sono i requisiti per entrare a far parte del movimento?

ITALIA LOVES SICUREZZA è un esperimento sociale senza precedenti: non ha tessere, né prevede quote di iscrizione, è un movimento di persone unite dalla stessa passione per salute e sicurezza. Per farne parte è sufficiente decidere di mettere a disposizione il proprio tempo e le proprie idee ed organizzare qualcosa per celebrare in modo non convenzionale la Giornata Mondiale della Salute e Sicurezza sul Lavoro: eventi grandi o piccoli, aziendali o nelle piazze, nelle scuole, ma anche creazione di nuovi contenuti, video, musica, storie, non necessariamente per il 28 aprile, ma in prossimità di quella data.

Si possono utilizzare i format ed i materiali messi a disposizione sul sito oppure inventarne di nuovi e metterli a disposizione degli altri. Vale tutto purché siano eventi gratuiti.

Il logo ITALIA LOVES SICUREZZA è utilizzabile liberamente nello spirito del movimento, che si basa sulla fiducia e sul supporto reciproco. Insieme si va lontano, e l’obiettivo di quest’ anno è ancora più ambizioso: organizzare MILLE eventi emozionali e non convenzionali, tanti quanti ne sono stati fatti nei tre anni scorsi.Poster Print Wall Art entitled Toco Toucan (Ramphastos toco) is the largest

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il FARE.

Chi ci dà una mano?Poster Print Wall Art entitled Three African elephants fighting in a field,

Annunci

Poster Print Wall Art butterfly (Danaus plexippus) on pot Monarch entitled drlgcb2851-Prodotti per la casa

Il “Dialogo di Aladino con il Genio della lampada” ora è anche un video, presentato in anteprima all’ Aftershow di Milano del 14 giugno e adesso disponibile agli Ambassadors di Italia Loves Sicurezza.

Prodotto da Angelo e Gabriele Schiavi, con le voci di Antonio Scollo e Matteo Bianchi, le musiche originali di Pietro Galizzi Poster, Many Dimensiones; Merrill Humane Fountain, Detroit Opera House. 1901-1906e la grafica digitale di Cristina Piovan.

Un grazie come sempre a Davide Scotti, Andrea Colombo, Michele Dabergomi e Simona Ruffolo.

Personaggi:

A:     Aladino  un Supervisore HSEPoster, Molte Misure; Esercito Tedesco Soldato

GIl Genio della lampada – un Ambassador

___________________________________________

 

G:    Ciao, Aladino, è un po’ che non ci si vede. Come va ?

A:    Mah, che vuoi che ti dica…Poster Print Wall Art entitled Tiger flower (Tigridia pavonia)

G:    Non tanto bene, mi sa, eh ?

A:    Lo sai, non è facile, proprio per niente. Quando parlo alla gente di sicurezza, li guardo e sembra quasi che stiano nella sala d’attesa del dentista. C’è chi guarda il soffitto e chi l’ orologio, qualcuno sbuffa. Insomma, mi fanno capire che preferirebbero stare dovunque tranne che lì a sentire me.

G:    Lo credo , che non è una bella sensazione !

A:    Proprio per niente, guarda. Non capiscono che lo faccio per il loro bene, che mi prendo cura di loro, non loPoster, Molte Misure; Mappa Del Iowa 1881 capiscono proprio. Dovrebbero provare almeno un po’ di gratitudine, altro che insofferenza…

G:    Certo, è frustrante. Ma tu che gli dici di preciso ?

A:    Mah, sai, le solite cose, gli ricordo le norme di sicurezza, gli dico che devono indossare il casco, mettere gli occhiali protettivi, che devono mettersi l’ imbraco se lavorano in quota. Tutto quello che si deve fare prima di cominciare un lavoro in campo.

G:    Hai usato tre volte in una sola frase al termine “dovere”. Che sia quello il problema ?

A:    Che vuoi dire ?Poster, Molte Misure; Satellitare Foto di Bora Bora

G:    Il dovere, appunto. Tu lo sai che cos’è un dovere ?

A:    Beh, è qualcosa che sei obbligato a fare. Sei tenuto. Non è questo ?

G:    Andiamo bene !Poster Print Wall Art entitled Together Birds

A:    Perché ?

G:    Il dovere è quello che i linguisti chiamano “infinito sostantivato”, un verbo che viene usato anche come sostantivo, ma sempre verbo è. Ed il verbo dovere, per l’ appunto, deriva dal verbo latino “debere”.

A:    E allora ?

G:    Sai qual’ è il participio passato di “debere” ?

A:    Suvvia, Genio, è un po’ che ho lasciato le superiori…

G:    Ti aiuto io, è “debitus”, da cui viene la parola ?

A:    Debito ?Poster Print Wall Art entitled Towers viewed from a Woolworth building, World

G:    Esatto ! I doveri ed i debiti sono parenti stretti, direi addirittura che sono quasi la stessa cosa.

A:    Come sarebbe a dire, la stessa cosa ? I debiti sono debiti, i doveri doveri, lo sanno tutti ! Mi sa che passare tutto il tempo dentro quella lampada ti annebbia le idee…

G:    Eppure, se qualcuno ti fa un piacere, tu per ricambiare gli devi un favore, no ?

A:    Certo.

G:    Ma si può anche dire che resti in debito con lui, non è vero ?

A:    Beh, sì…Poster, stampa su tela o vetro acrilico Copenhagen Map - Jazzberry blu

G:    E tra pagare un debito e pagare il dovuto non c’è poi tanta differenza, non trovi ?

Poster Print Wall Art butterfly (Danaus plexippus) on pot Monarch entitled drlgcb2851-Prodotti per la casa

A:    Effettivamente…Poster, stampa su tela o vetro acrilico Savannah - Goed bluw

G:    Del resto, tu stesso dicevi prima che ti prendi cura di loro…

A:    E questo che c’ entra ?

G:    C’ entra. I doveri sono debiti contratti verso chi si prende cura di noi, i genitori, la scuola, lo Stato, la società. Persino l’azienda in cui lavori. Non è sempre così ?

A:    Non ci avevo mai pensato, a dire il vero.

G:    E dunque…Poster Print Wall Art entitled Tranquil II

A:    Dunque ?

G:    Dunque, quando parli alla gente di doveri, doveri e ancora doveri è come se gli ricordassi i debiti da pagare. Dovete mettere l’elmetto, dovete indossare l’imbraco. Suona un po’ come se gli ricordassi “dovete pagare il bollo, dovete rinnovare l’ assicurazionel. “Lo so, lo so”, cos’altro vuoi che ti rispondano ?

A:    Magari guardando il soffitto.

G:    Esatto.Portacandele con lumino da tè - 2 Angelo il Albero di Natale senza corona Angelo ca 6cm NUOVO

A:    Per quello non vedono l’ora che sia finita.

G:    Precisamente. E per di più li vuoi anche legare !

A:    Legare ? Non capisco.

G:    Ma loro capiscono eccome ! Obbligare significa letteralmente “legare” a qualcosa. Del resto lo dici tu stesso, che sono “tenuti”. Vorrei vedere te, legato e incatenato a sentire parlare dei debiti !